REPORT CORSO ESCHE AVVELENATE

a cura del dott. Orlando Luca

Martedì 26 maggio 2015 si è svolto a Caramagna Piemonte, presso l’Hotel “lago dei Salici” l’evento formativo dal titolo: “Avvelenamenti  ed esche avvelenate: clinica, monitoraggio e repressione di un fenomeno sottostimato”.

La giornata è stata organizzata dalla Federazione interregionale degli Ordini dei Medici Veterinari di Piemonte e Valle d’Aosta tramite l’Associazione culturale veterinari del Nord Ovest con il patrocinio dell’OMV della Provincia di Cuneo.

Ricalcando la filosofia della Federazione che ha tra le sue finalità quella di mettere in comunicazione il mondo veterinario con altre realtà operative, la partecipazione è stata allargata ad agenti del Corpo Forestale dello Stato, guardiaparco, personale di Polizia provinciale e più genericamente a tutti coloro che possono a vario titolo avere a che fare con il problema degli avvelenamenti su animali domestici o fauna selvatica.

La giornata ha visto la partecipazione di molti esperti del settore, ed è stato istruttivo evidenziare i differenti punti di vista riguardo il fenomeno; Il Professor Gianni Re, Presidente dell’OMV di Alessandria e Direttore del Dipartimento di Scienze Veterinarie presso la l’Università degli Studi di Torino, ha presentato una overview sui principali composti tossici riscontrati negli avvelenamenti di animali da compagnia e selvatici.

Il dott. Antonio Borrelli, responsabile dell’Ospedale Didattico presso la Facoltà di Grugliasco, ha illustrato il punto di vista medico per la gestione di un paziente avvelenato.

Il dottor Rosario Fico, responsabile del Centro di referenza per la medicina Veterinaria Forense presso l’IZS di Latina e la dottoressa Simona Zoppi, dirigente IZS a Torino, hanno presentato i dati di attività e monitoraggio dell’Ente preposto alla mappatura del fenomeno sia a livello nazionale che locale.

Le dottoresse Francesca Marucco e Arianna Menzano hanno quindi presentato le azioni mirate al censimento e contrasto del fenomeno nell’ambito del progetto LIFE WOLFALPS

Dopo un abbondante pasto l’Ing. Paolo Salsotto, Comandante del Corpo Forestale dello Stato a Cuneo, e l’Avv. Carlo Blengino, penalista operante a Torino, hanno dato un inquadramento normativo e giuridico al fenomeno degli avvelenamenti.

Infine la squadra cinofila del progetto LIFE WOLFALPS ha effettuato una dimostrazione pratica della ricerca di esche per la bonifica del territorio particolarmente apprezzata dai presenti.

L’alto indice di gradimento dell’evento e il notevole dibattito tra i partecipanti sono stati una conferma dell’importanza di mettere attorno ad un tavolo attori diversi che cooperano in ambiti strettamente interconnessi e una dimostrazione di come la Federazione e l’Associazione Culturale debbano proseguire lungo la strada intrapresa.